Pensi di essere vittima di malasanità?

Intervento malriuscito, post-operatorio difficile, diagnosi sbagliata, danno permanente?

Malpractice medica

Con il concetto di "malpractice" medica si individuano e si denominano tutte quelle ipotesi in cui nel settore della sanità e della medicina una carenza, un errore, un'omissione od un'incuria causano danni più o meno gravi al beneficiario della prestazione.

Il termine nasce in Inghilterra e fu creato dal giurista inglese Sir William Blackstone, ed oggi purtroppo per la nostra società è diventato sempre più diffuso ed utilizzato perché sono aumentati i casi in cui i cittadini che si sono rivolti alle strutture sanitarie o ai medici privati per curare la propria salute, ne sono usciti invece con danni a volte di gravità irreparabile !!!

Sotto accusa è l'imperizia dei medici o la disorganizzazione degli ospedali pagata, talvolta a caro prezzo, da chi si affida alle loro cure. È una questione la cui rilevanza è andata crescendo negli ultimi anni e che, per certi profili, ha ormai assunto le caratteristiche di una vera e propria emergenza.

Una sbagliata diagnosi, delle cure inadatte alla medesima, un intervento tardivo, l'omissione di analisi dettagliate, interventi invasivi, assenza di consensi informati, ritardi od errori negli interventi operatori, sono solo alcuni dei casi in cui la salute umana può essere gravemente compromessa.

I cittadini vanno TUTELATI perché il diritto alla salute è uno dei diritti inviolabili della persona, disciplinato e sacralizzato nell'art. 32 della nostra costituzione...

Torna a "Chi siamo"